Home / Articoli / Detrazione casa di riposo







Tutti gli anni siamo portati a fare la dichiarazione dei redditi e facciamo la raccolta di tutte le spese che possiamo detrarre/dedurre. I costi legati al soggiorno in una casa  di riposo possono essere detratti? E,  piu’ in generale, quali sono i costi che posso essere dedotti per l’assistenza ad anziani?

Premettiamo innanzitutto che non può essere portata in detrazione/deduzione la spesa complessivamente sostenuta ma solo parte di essa.

 

 

Tale cifra va infatti sgravata del costo mensile della retta  relativa alla degenza presso l’istituto di ricovero; tale onere non rientra purtroppo tra quelli per cui è prevista la detrazione o la deduzione in sede di dichiarazione dei redditi.

Sono tuttavia detraibili/deducibili  le spese sanitarie e di assistenza specifica sostenute che, nel caso di anziani non autosufficienti, possono risultate piuttosto ingenti: fanno parte del primo ad esempio i costi per medicinali, analisi, visite specialistiche mentre rientrano nel secondo gruppo l’assistenza infermieristica e riabilitativa, quelle sostenute dal personale in possesso della qualifica professionale di addetto all’assistenza di base o di operatore tecnico assistenziale, sempreché esclusivamente dedicato all’assistenza diretta della persona.

 

 


 

La differenza che esiste in sede di deduzione/detrazione e’ dovuta a chi beneficia di tale strumento: nel caso di anziano a carico si potranno detrarre nel caso invece di anziano portatore di handicap che usufruisce di tali strumenti nella propria dichiarazione questi potra’ quindi dedurle.

Caso a parte e’ quello in cui il soggetto ricoverato in una casa  di riposo non sia autosufficiente nell’espletamento degli atti di vita quotidiana, come da certificazione, oltre alla detrazione delle spese mediche e di assistenza specifica, potranno essere detratte, nella misura del 19%, le spese per l’ assistenza personale, come specificato dall’Agenzia delle Entrate con la Circolare n. 10 del 16 marzo 2005 e con la successiva Risoluzione n. 397 del 22 ottobre 2008.

 

 

Da quanto sopra detto quindi sembrerebbe possibile detrarre almeno una parte delle spese relative all’assistenza da parte di personale qualificato a patto sia esterno alla casa di riposo e quindi non rientri nei costi della retta vera e propria